DoveStiamoAndando? A portare solidarietà


MOGADISCIO – “Oggi, in tempi di globalizzazione anche delle crisi internazionali, la necessità di investire nella Cooperazione allo Sviluppo penso stia passando da motivazioni umanitarie, altruistiche o solidaristiche, a considerazioni di tipo economico, sociale, politico“, dice Guglielmo Giordano, che da tre anni è capomissione della Cooperazione italiana in Somalia. Fino al 2000 stava alla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (per coordinare le nostre iniziative multi e bilaterali  con il Medio Oriente e il Nord Africa); in precedenza, per dieci anni alla FAO.

Cosa può fare, in Somalia, la Cooperazione Italiana?
Leggi il resto »

MOSTRE/No Stranger Place: a Parigi storie di accoglienza

Anaïs, Vincent, and their son César, host Afghan refugees Zulfeqar and Battarine in Saint-Priest. The Afghan couple are like second parents to the French toddler. © UNHCR/Aubrey Wade

In un momento di grande tensione tra Francia e Italiadopo il rifiuto da parte del nuovo governo italiano di accogliere la nave Aquarius con a bordo oltre 600 migranti e le successive critiche del Presidente Macron, si apre a Parigi la mostra fotografica itinerante No Stranger Place.

Leggi il resto »

DoveStiamoAndando? A cercare di portare solidarietà

Susanna Fioretti accolta nella sede a Kabul dai suoi collaboratori

ROMA – “Stiamo andando verso una crescente specializzazione, il che è certamente un bene in ambiti prettamente scientifici”, dice Susanna Fioretti presidente della Onlus Nove “ma il campo umanitario richiede una visione d’insieme – progetto, cultura ospite, tanti elementi all’apparenza irrilevanti in realtà determinanti. In varie occasioni ho suggerito, finora invano, la consulenza di un antropologo quando si prepara un progetto o una missione, per evitare di muoverci come i classici elefanti nella cristalleria”.

Leggi il resto »

Mostre/ Art from the streets

“Graffiti is about not asking for permission to paint, Graffiti is about finding your true soul”, Chaz Bojòrquez.

I graffiti sono apparsi attraverso la storia (e preistoria) in molte civiltà e luoghi del mondo. Quelli esposti nella Art Science Museaum di Singapore fanno parte di un’epoca più contemporanea: Art from the Street è una mostra dedicata ai graffiti realizzati da artisti di strada dagli anni Settanta ai giorni nostri. Nascono a New York, Parigi, Rio de Janeiro, Sydney, dove molti creativi, immersi completamente nei ritmi frenetici della città, sentivano il bisogno di diffondere un messaggio, sperimentare tecniche artistiche nuove, esprimere un’emozione. Guarda la gallery.

Leggi il resto »

Post precedenti «