La Rivoluzione egiziana va in scena. Herstory, lo spettacolo di Monica Macchi

herstory-monica-macchi_640

Il Teatro Pacta di Milano ha ospitato di recente il progetto teatrale “Herstory”, il cui nome è un gioco di parole che rimanda alla femminilizzazione del termine History. Punto di partenza sono fonti orali, dalle quali si cerca di ricostruire la partecipazione delle donne alla Rivoluzione egiziana del 2011. A metà maggio, il progetto sarà presentato anche all’Università Bicocca di Milano, presso la Facoltà di Sociologia. Attraverso diversi tipi di produzioni artistiche, si spiega come  il connubio tra l’accesso alle nuove tecnologie e la liberazione dalla paura prende la forma della Rivoluzione. Abbiamo incontrato la regista, Monica Macchi.

Leggi il resto »

DoveStiamoAndando? A chiedere all’elettronica di salvarci dai muri

Vincenzo Pezzolet, generale dei Carabinieri, storico, sociologo

Roma. “…Non mi piace suonare il contrabbasso/ né cercare un po’ di gloria nel successo/ non mi piace girare col maglione/ tanto meno cantare nei night club./ io vado in banca/ stipendio fisso/ così mi piazzo/ e non se ne parla più…”: era il 1966, I Gufi evocavano una società rassegnata che scambiava le rinunce per saggezza.

Ma di lì a poco il ’68 avrebbe sventrato le vagonate di ipocrisia, il re sarebbe stato nudo e Ulisse – mito fondante d’Europa – avrebbe ripreso a varcare colonne.

Adesso l’incubo del piccolo-è-bello torna a incombere: piccoli Stati economie culture progetti, e piccoli sogni ovviamente. Cosa ci salverà adesso?

Leggi il resto »

Sculture mediterranee: due sponde un solo mare. Intervista a Roberta Conigliaro

Approda a Milano, presso la galleria Milan Art & Events Center, Due sponde un solo mare, mostra itinerante della scultrice Roberta Conigliaro che si aprirà il prossimo 6 aprile. A presentarla, la giornalista Ilaria Guidantoni.

L’Africa e l’Europa, due continenti uno di fronte all’altro, separati da una striscia di mare, il Mediterraneo, il “mare di mezzo”. Due coste, quella nordafricana e quella siciliana, che si guardano: una, porto di partenza; l’altra, terreno di approdo di popolazioni in fuga da guerre e povertà che vogliono una nuova vita. Questo tratto di mare diventa, giorno dopo giorno, la culla di sogni naufragati.

Leggi il resto »

A Tunisi si apre la fiera internazionale del libro 2017

Library shop in the medina, Rabat, Morocco. Ph. Giulio Avogadro

Il prossimo 24 marzo si aprirà a Tunisi la 33esima edizione della “Fiera internazionale del libro“. Ospite d’onore il Libano, selezionato per il grande contributo dato nella diffusione della cultura araba. Saranno presenti all’evento autori celebri, come la filosofa statunitense di origine indiana e teorica della letteratura Gayatri Chakravorty Spivak e l’intellettuale e politologo francese Olivier Roy – noto per il suo libro “Il fallimento dell’Islam politico” che propone come soluzione ideologica la fine dell’Islam politico – il quale parteciperà all’incontro “Religione, politica ed estremismo nel mondo islamico”.

Leggi il resto »

Post precedenti «