Archivio Categoria: CULTURE

Culture exchanges are the valuable tools for improving dialogue, mutual understanding and respect between the two sides of the Mediterranean. This is a space dedicated to European events, exhibitions and cultural appointments with which North African students might get involved. Culture, the mirror of the Mediterranean societies, becomes a mean of reflection and democratic exercise for citizenship.  | E' lo spazio dedicato ad eventi, mostre, libri, fotografie, progetti e tutto ciò che è riferito alla cultura e alle culture, specchio delle società che si affacciano sul Mediterraneo. La cultura diventa uno strumento prezioso per migliorare il dialogo e la conoscenza reciproca tra le due sponde del mare nostrum.

Milano: Enzo Avitabile, la musica come messaggio sociale

Anche quest’anno torna l’idea di sostenere i progetti in favore dei giovani attraverso la musica.
Dopo il successo della prima edizione de “Il cielo è di tutti”, si replica il 16 aprile all’ Auditorium Fondazione Cariplo di Milano con il concerto “Acoustic World” e la partecipazione straordinaria di Enzo Avitabile, artista che da sempre compone musica – dando voce e speranza a chi non ce l’ha – connotando ogni nota dei suoi originalissimi groove di forti messaggi sociali. Leggi il resto »

A Sea of Words: a literary contest on cultural heritage

Cultural heritage is a fundamental part of our identity. If you have a short story which brings out your own experiences and emotions on cultural heritage you can participate in the literary contest “A sea of Words“.

Leggi il resto »

Mediterraneo. Lo Specchio dell’Altro: a Milano artisti all’asta

Le opere di 72 artisti saranno battute all’asta da Filippo Lotti, amministratore delegato di Sotheby’s Italia, il prossimo 28 marzo a Milano, nella prestigiosa sede di Palazzo Reale.

Leggi il resto »

Libri/ L’Io arabo. Intervista a Mohammad Mouazin

L'io arabo. Mohammad Mouazin
L’Io arabo” è nato come un diario, Mohammad Mouazin ha cominciato a scriverlo nel 2004. “E’ stato un lungo viaggio durato 11 anni – spiega l’autore di origine siriana – quasi per un gioco del destino, come l’11 settembre, come gli 11 mesi intercorsi fra l’attentato alla sede di Charlie Hebdo e gli atti terroristici avvenuti a Parigi il 13 novembre 2015“.

L’Io Arabo è una risposta che passa attraverso l’analisi delle complesse dinamiche che oggi sembrano rendere incompatibili il mondo arabo e quello occidentale.
Abbiamo incontrato l’autore dopo la presentazione del suo libro a Milano. La prossima tappa sarà Trento, in occasione del Festival del nuovo rinascimento.

Leggi il resto »

Post precedenti «