Chi siamo

 ENG         ITA

Leggi la nostra presentazione

CHI SIAMO
FocusMéditerranée  è una testata on-line indipendente – formato blog. È stata lanciata nel 2011 dalla fotogiornalista Silvia Dogliani ed è registrata in Italia, presso il Tribunale di Milano (n.182 su 31/3/2011). FocusMéditerranée è un luogo di dialogo tra le due sponde del Mediterraneo: l’Europa – e i suoi stili di vita, progetti culturali e modelli di business “occidentali” – e il Nord Africa – i mercati emergenti, i Paesi appena usciti dalle Rivoluzioni arabe. FocusMéditerranée è anche una finestra di dialogo tra i giovani universitari nordafricani e investitori ed imprenditori europei.

DI COSA PARLIAMO
Notizie e approfondimenti: FocusMéditerranée vuole raccontare, attraverso articoli, fotografie, microblog e video curati da giornalisti e fotografi italiani e stranieri, ciò che accade in quest’area. Tre sezioni di approfondimento: Society (società), dedicata ai modelli sociali e di welfare da importare o esportare; Migration (migrazioni) che raccoglie testimonianze di migranti e temi legati al controllo dei flussi migratori, alla sicurezza e ai progetti di convivenza e integrazione; Culture dove gli scambi culturali diventano mezzo per migliorare il dialogo e la conoscenza reciproca.
Opinioni: la testata promuove il dialogo e il confronto. La sezione Silenzi (silenzi), è una finestra che dà luce a vicende meno note o diffuse, come gli interessi economici dell’Europa verso il Nord Africa: dietro a strategie future di sviluppo si nascondono progetti di “sfruttamento”.
future strategies of development. Ciascun articolo è accompagnato da MY TRUTH (LA MIA VERITÀ): l’autore abbandona la veste imparziale del giornalista ed esprime una riflessione personale sull’argomento, come ulteriore spunto di dibattito.

NON SOLO NOTIZIE
Servizi: attraverso la finestra Job and Future, offre anche informazioni pratiche ai lettori in cerca di un’opportunità lavorativa in Europa o in Nord Africa (come preparare un c.v., nuove tendenze, fare una ricerca di mercato, come iniziare un business…). La testata è un luogo di incontro, confronto e scambio: è possible commentare gli articoli pubblicati oppure partecipare alla sezione Med Forum inviando il proprio contributo alla redazione. Med Forum raccoglie opinioni personali dei lettori, testimonianze, denunce e nuove proposte di dialogo, che spesso non trovano spazio nei canali dell’informazione più diffusa.

Alcune delle foto e dei video pubblicati su sono stati presi da Internet, considerati di pubblico dominio. Qualora i soggetti o gli autori degli stessi non approvassero la loro pubblicazione, non esitino a segnalarlo alla redazione: [email protected]

_____________________________
SOCIETÀ

Sezione di attualità e di approfondimenti con storie, non sempre negative, dedicate in particolar modo ai giovani e al mondo del lavoro. Appartengono a società le rubriche Egypt and the Middle East Past and Present, un parallelismo proposto dal reporter americano Norbert Schiller tra il Medio Oriente di ieri e di oggi, con una particolare attenzione all’Egitto; Le Bistrot parisien, della giornalista Silvia Dogliani, un luogo d’incontro parigino dove si aprono dibattiti su ciò che accade in Francia e nel Mediterraneo; e MedMedia della sociologa italiana Giulia Aubry.

MIGRAZIONI

In questa sezione la parola passa agli stranieri del Nord Africa che vivono in Italia e in Francia o a quelli che dal Nord Africa vogliono partire, per raggiungere l’altra sponda. Attraverso articoli, foto e video, raccontano il loro punto di vista e le loro esperienze, necessarie a proporre nuove soluzioni per migliorare le difficoltà nel processo di integrazione. Vicende personali “positive”, di chi ce l’ha fatta, ma anche “meno positive”, di chi è costretto a scontrarsi quotidianamente con ciò che in Europa manca ancora, a livello sia legislativo, sia sociale. A storie forti e drammatiche si contrappone il microblog “rosa” Il diario di Azizia (Aziza’s diary), una nota umoristica della testata: l’esperienza personale e sentimentale della giornalista Aziza Al-Karima, che affronta le difficoltà quotidiane di un amore misto.

CULTURE

E’ lo spazio dedicato ad eventi, mostre, libri, fotografie, progetti e tutto ciò che è riferito alla cultura e alle culture, specchio delle società che si affacciano sul Mediterraneo. In costante evoluzione creativa, la cultura diventa dunque un mezzo  di riflessione e di esercizio democratico alla cittadinanza, uno strumento prezioso per migliorare il dialogo e la conoscenza reciproca tra le due sponde del mare nostrum.

SILENZI

Una finestra che dà luce a storie meno note, a curiosità o a vicende dimenticate e poco diffuse – come gli interessi economici delle potenze occidentali in Nord Africa – ma sfruttate dai media quando “facevano notizia”. Focusméditerranée le ripesca dal silenzio in cui sono state abbandonate. Perché i fatti non parlano solo quando nascono. Per capirli bisogna seguirli.

MED FORUM

E’ lo spazio dei lettori e delle loro opinioni, dove viene pubblicato il contributo più significativo scelto tra quelli inviati alla redazione: esperienze personali, testimonianze, segnalazioni, suggerimenti. Il giornalista si fa guidare dal lettore e si riappropria dello strumento migliore che hanno blog e social network – sharing comments and ideas – dando ad esso la giusta autorevolezza. L’obiettivo di questa sezione è il dibattito e il confronto. Med Youth Forum è il microblog all’interno della sezione dedicato ai giovani universitari, nato dalla volontà di FocusMéditerranée e del Prof. Luigi Ruggerone – docente presso l’Università Cattolica di Milano – di ascoltare il punto di vista dei giovani. Il progetto pilota ha coinvolto gli studenti del corso di Economia dei mercati emergenti dell’Università Cattolica di Milano nel dibattito sui rapporti tra i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e presto chiamerà nel confronto anche i giovani egiziani della American University in Cairo.

MediterraneanVoices e NotOnlyMed

Sono le voci che raccontano – o che hanno raccontato  – ai lettori di FocusMéditerranée “storie mediterranee” e non solo
Tunisia-Italia, andata e ritorno di Mohamed Ben Abdelmalek, è un racconto di sogni e speranze, quelli dei migranti tunisini, che lasciano la propria terra per raggiungere “l’altra sponda”, dove forse resteranno o dalla quale ripartiranno.
Lettere da Tel Aviv sono le riflessioni sui cambiamenti nel mondo arabo visti dall’interno, dalla documentarista Beatrice Dina, che vive in Israele.
Guerre e paci un’analisi della giornalista e sociologa militare Giulia Aubry sui cambiamenti sociali nelle aree di crisi, con esperienza sul campo.
In scena e fuori scena, di Angelo Redaelli e Valentina Pensato è un approccio diverso al mondo dello spettacolo, che oltre ad essere piacere e divertimento, è anche un mezzo di riflessione.
Donne verso l’integrazione di Alessandra Bin è una raccolta di testimonianze di donne straniere che cercano di integrarsi in Italia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *