«

»

150 anni di stampa ebraica in Italia


Non tutti sanno che la stampa ebraica in Italia ha una lunga storia di oltre 150 anni. Ecco dunque un buon motivo per visitare a Milano la mostra Una storia di carattere. 150 anni di stampa ebraica in Italia, inaugurata a Palazzo Sormani durante la Giornata Europa della Comunità ebraica.

LA MIA VERITÀ – Una mostra che vale la pena visitare, non solo per ripercorrere gli avvenimenti storici dei 150 anni dello Stato italiano, ma anche per cogliere il punto di vista di una comunità religiosa che ad esso appartiene.

Un’occasione per ripercorrere – attraverso il punto di vista della comunità ebraica – i momenti storici più importanti del nostro Paese. La mostra è strutturata in ordine cronologico: dagli avvenimenti che precedono l’Unità d’Italia, al Regno d’Italia e le due guerre fino alla storia contemporanea.

Tra gli articoli esposti a colpirci maggiormente è la prima pagina del giornale Shalom, che mostra l’incontro alla Sinagoga di Roma tra Papa Giovanni Paolo II e il rabbino Capo Rav Elio Toaff, avvenuto il 13 aprile 1986.

Notiamo la mancanza di documenti nel periodo compreso tra il 1938 e il 1944. Infatti, con l’entrata in vigore delle leggi razziali fasciste in quell’epoca, le pubblicazioni ebraiche furono dichiarate fuori legge.

Alla fine della guerra la stampa ebraica riprende vita, dando uno spazio significativo alla tragedia della Shoah appena finita e sensibilizzando l’opinione pubblica sulle nuove forme di antisemitismo.

L’esposizione si conclude con un’area dedicata alla rivista Israel dei Bambini, pubblica fra il 1949 e il 1950. Attraverso disegni e brevi storie, i bambini apprendevano il significato delle festività ebraiche e della vita religiosa.

Info: Una storia di carattere. 150 anni di stampa ebraica in Italia fino al 23 settembre a Palazzo Sormani, Milano. Da lunedì a venerdì 9-19.30. Tel. 02.316.338

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *