«

»

Danza terapia, la danza che ti cambia

Dal 1987 il Centro Danza Sarabanda di Milano dimostra come la danza sia in grado di disegnare per l’individuo un percorso finalizzato alla conquista della libertà. Elena Cerruto, direttrice artistica del Centro, aprendoci le porte di Sarabanda ci ha spiegato come questa esperienza abbia raggiunto felicemente il suo quarto di secolo.

LA MIA VERITÀ – Cosa ha fatto per voi la danza?

_____________________________
Cos’è la danza terapia e chi sceglie di iscriversi al suo Centro?
La danza terapia è un percorso di cura e ascolto di sé attraverso una danza accessibile a tutti. Siamo abituati a distinguere i nostri allievi esclusivamente secondo l’età. Abbiamo classi di bambini a partire dai 4 anni, classi di preadolescenti e adolescenti, classi di adulti. Lavoriamo con tutti – allievi normo dotati e diversamente abili – perché la grande forza della danza terapia sta nell’affrontare i bisogni delle persone. Senza alcuna distinzione.

Perché iscriversi ad un corso di danza terapia?
Per recuperare la percezione reale di se stessi al di là delle barriere che il mondo esterno ci pone di fronte. Siamo abituati, nella quotidianità, a scontrarci con eventi che tendono a proiettarci “fuori” da noi stessi. Durante il corso di danza terapia l’obiettivo è invece fermarsi, riappropriarsi del “qui e ora”, riprendere possesso del proprio corpo e – insieme – della propria mente. Cito le parole di una mia allieva: “Quando danzo c’è il passato e il presente, non il futuro”. E’ molto importante che questo percorso si svolga in gruppo, perchè il gruppo aiuta l’individuo a riconoscersi negli altri. Non solo, stare insieme significa condividere e, al contempo, superare il giudizio.

Sarabanda_mag11_Ph.AR

Associazione Sarabanda. Ph. Angerlo Redaelli
Associazione Sarabanda. Ph. Angerlo Redaelli
Associazione Sarabanda. Ph. Angerlo Redaelli
Associazione Sarabanda. Ph. Angerlo Redaelli
Associazione Sarabanda. Ph. Angerlo Redaelli
Associazione Sarabanda. Ph. Angerlo Redaelli
Associazione Sarabanda. Ph. Angerlo Redaelli
Associazione Sarabanda. Ph. Angerlo Redaelli

Sul sito viene dato ampio respiro all’Oriente. Quale peso ha avuto la filosofia orientale in questo progetto?
La filosofia orientale non è fine a se stessa. E’ una pratica di vita, non c’è filosofia disgiunta dalla pratica, perché il corpo non deve essere slegato dalla mente. Quello che vogliamo comunicare ai nostri allievi è “fermati e ascolta” il tuo corpo insieme alla tua mente, perché fisicità e psichismo sono indissolubilmente legati.

Elena Cerruto scrive infatti nel suo primo libro: «La Danza Terapeutica è la danza nella sua forma più semplice: il linguaggio delle emozioni profonde»

Sicuramente sono molti i risultati che si possono ottenere con la danza terapia. Cosa cambia nella vita dei suoi allievi?
Sarebbe più giusto chiederlo a loro… Comunque, sulla base della mia esperienza posso dire che una delle conquiste più importanti è la conoscenza e conseguente accettazione di se stessi. Delle espressioni del nostro corpo e delle nostre emozioni e, soprattutto, la percezione dei nostri limiti. Una volta riconosciute le barriere che abbiamo costruito acquisiamo la forza necessaria per superarle.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *