«

»

DESIGN/ Belgio, un Paese unito nella creatività


Capita che, dove non arrivano decisioni politiche e istituzionali, sia la cultura a farsi portavoce dell’unità di intenti di una comunità. E’ quello che è avvenuto per la presentazione della creatività belga al Salone del Mobile 2011 di Milano dove i designer del Paese si sono riuniti attorno a una bandiera immaginaria con lo slogan Belgium is design.
Per la prima volta, infatti, le tre regioni di questo Paese – Bruxelles, Vallonia e Fiandre – hanno unito forze e spirito creativo abbattendo quelle barriere che, ancora oggi, le divide. A fare da cornice a questa dichiarazione di collaborazione interregionale è stato il loggiato della Pinacoteca di Brera, sede di un patrimonio artistico antico e prezioso che, anch’essa per la prima volta, ha aperto i propri spazi al design.

A contrasto con la preziosa collezione di arte antica, i progetti realizzati per 101% design e la raccolta di prodotti, prototipi e edizioni limitate realizzate da giovani talenti della luce all’insegna della leggerezza.
Le proposte del creativi belgi riscoprono il funzionalismo e la semplicità degli oggetti che devono rispondere al bisogno e alla necessità prima ancora che al piacere per l’originalità, la bellezza e il decoro fini a se stessi.

Altoparlante Megaphone, Corentin Dombrecht
Clessidra Night night, Vanessa Hordies
Tavolino Planter, Vanessa Hordies
Portafrutta Galax, Michaël Bihain
Tavolo Bihstrotab, Damien Bihr/BIHRD
Contenitore Overdose storage, Bram Boo per Bulo
Mini-office insonorizzato Buzzibooth, Alain Gilles
Lampada a sospensione Wings, Gauthier Poulain
Armadio-stand Daysign, Studio Simple
Lampada da tavolo Big game, Tamawa and Sylvain Willenz
Altoparlante Megaphone, Corentin Dombrecht
Description

Sono lo specchio dei nostri tempi, difficili, che portano a ripensare ambienti domestici caldi e accoglienti, arredati con oggetti essenziali e funzionali dalle tinte e i materiali naturali dimenticando tutto ciò che non ha utilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *