«

»

L’Europa unita contro i tagli alla cultura

La mancanza di sostegno alla cultura non è un problema solo italiano. Anche negli altri Paesi europei si stanno operando forti tagli mettendo così a rischio risorse artistiche e culturali preziose per la nostra società, di oggi e di domani.
Culture Action Europe ha promosso la campagna We are more a supporto delle arti e della cultura nel Vecchio Continente per sensibilizzare i governi nazionali e i responsabili politici europei in vista del rinnovo dei finanziamenti a questo settore per il periodo 2014-2020, i cui stanziamenti saranno discussi nei prossimi due anni.

Lanciata il 7 ottobre scorso, We are more invita tutti i cittadini europei a firmare il manifesto per chiedere il sostegno alle attività culturali e favorire la partecipazione e la fruizione dell’arte nei prossimi dieci anni, a livello locale, regionale, nazionale ed europeo.

In un mondo che cambia così rapidamente, sospinto dalla globalizzazione, la cultura, le arti e le discipline umanistiche rappresentano, infatti, una risorsa e un importante patrimonio per ciascun Paese. Come si legge nel manifesto, infatti, “l’investimento nelle arti, dalla scuola materna fino alla terza età, è ciò che permette lo sviluppo di società creative, innovative, democratiche e plurali.” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *