«

»

Pasqua ebraica 2014: date, fatti e storia di Pesach

SOCIETYseder-tableLa Pasqua ebraica, chiamata Pesach in ebraico, ricorda la fuga degli Israeliti dalla schiavitù egiziana e si celebra con i pasti rituali che consistono in pane azzimo e molte coppe di vino. Ma c’è di più che  pane azzimo e Manischewitz …

Data
La Pasqua inizia al tramonto del 14 aprile e si conclude (al di fuori di Israele) il 22 aprile .

Storia
Ad ogni Pasqua, gli ortodossi, i Reform e le famiglie ebree laiche recitano la storia della redenzione drammatica dei loro antenati da centinaia di anni di schiavitù collettiva.

L’Haggadah, che viene letto e cantato durante tutto il pasto, racconta la storia della schiavitù ebraica voluta dal faraone, il coraggio di Mosè (sostenuto da Dio, naturalmente) che chiede al sovrano egiziano di lasciare andar via il suo popolo (il nome di Mosè non è in realtà menzionato nella Haggadah in ossequio alla sovranità ultima di Dio), le dieci piaghe che inondarono l’Egitto, quando il faraone rifiutò e, infine, la fuga degli Israeliti attraverso il Mar Rosso, le cui acque miracolosamente si aprirono.

Tanto veloce è stato il loro esodo, che gli Ebrei non hanno tempo di lasciare lievitare la loro pasta. Così, per il dispiacere di molti di loro, giovani e vecchi, la settimana santa si osserva in parte mangiando pane azzimo, aka matzo.

Tradizioni
La Pasqua è una delle feste più ampiamente osservate dagli ebrei, forse perché è così  orientata alla famiglia. […]

Oggi
La Pasqua viene utilizzata come un’opportunità per riflettere sulle cose che affliggono il nostro mondo, per chiedere giustizia per gli oppressi e anche per riunire amici e famiglie di diversi fedi sotto la bandiera comune della libertà universale.

(Fonte HuffingtonPost)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *