«

»

Imparare l’italiano: autonomia per sé e aiuto per i figli

Lavorando con alcune donne immigrate arrivate al corso organizzato da Stripes, ho voluto indagare meglio cosa le ha spinte, dopo un po’ di tempo passato fuori dal Paese di origine o appena giunte in Italia, a frequentare un corso di italiano.

Dal confronto con loro sono emersi due aspetti essenziali: riuscire a non dipendere sempre dal marito per le necessità quotidiane ed essere di aiuto ai propri figli.

“Ho scelto di fare un corso per imparare bene, perché da sola è troppo difficile. La lingua è troppo importante!” dice F., una ragazza albanese. “Se devo andare dal pediatra per la mia bambina non può venire ogni volta mio marito e lasciare il lavoro; devo andare da sola e devo imparare e parlare bene”.
Anche K., venezuelana, concorda con F. e sottolinea il bisogno di autonomia dal marito: “Devo avere sempre bisogno di mio marito vicino che parla per me? No! Io voglio fare da sola, voglio capire e sapere per fare le cose di tutti i giorni. Adesso sto vivendo qua e ho bisogno di saper parlare”.

Altre risposte sottolineano il fatto che conoscere la lingua, oltre a essere importante per se stesse, è fondamentale per poter essere di aiuto ai propri figli, come dice S., marocchina: “Ho scelto di imparare bene la lingua, per esempio per aiutare i miei figli con i compiti” e, quindi, per seguirli meglio nel loro percorso scolastico e di crescita. Per H., del Marocco, è anche un piacere imparare l’italiano “perché è utile, certo, ma voglio anche capire quando leggo qualcosa e sapere i nomi delle cose che vedo e che mi servono”. F., iraniana, ritiene, infine, che “imparare la lingua è importante per integrarsi all’interno della società e con le altre persone”.

Sul tema della lingua si potrebbe dire tanto altro ancora, proprio perché si tratta di un aspetto fondamentale alla base di qualsiasi aspetto della vita quotidiana. Potersi esprimere, saper comunicare è importante per poter conoscere gli altri, il Paese in cui si sta vivendo e per dare un senso a tutto questo: è il mezzo per partecipare ed essere parte del mondo in cui ci si trova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *