«

»

Matrimonio gay tra francesi e stranieri: la giustizia è contro di noi

MIGRATIONn-GAY-MARRIAGE-large570Io, Dominique, francese. Io, Mohammed, marocchino. Abbiamo vissuto insieme per molto tempo. Nel mese di marzo abbiamo sottoscritto i pacs. Il mese successivo, la legge sul matrimonio per tutti è entrata in vigore. Lo abbiamo considerato molto allettante … Perché non possiamo, dopo tutto?

Abbiamo fatto il necessario e programmato l’ “evento” per il 14 settembre.

Per ciò che riguardava la parte amministrativa, abbiamo assunto un avvocato, Maître Didier Besson, a Chambéry. E’ specializzato in diritto dell’immigrazione. Le pubblicazioni sono state inviate il 13 luglio 2013, vale a dire due mesi prima del nostro matrimonio.

Quarantotto ore prima del 14 settembre, abbiamo ricevuto una chiamata da parte del sindaco che ci comunica una brutta notizia: la Procura di Chambéry si oppone al nostro matrimonio. La circolare Taubira vieta il matrimonio tra persone dello stesso sesso ai cittadini di undici Paesi: Polonia, Marocco, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Serbia, Kosovo, Slovenia, Tunisia, Algeria, Laos e Cambogia.

Immaginate le conseguenze per noi! Tutte le spese, tutte le persone che si sono mosse per noi. E moralmente: tutti i festeggiamenti che sono sfumati …

Poi, il 3 ottobre, alle ore 10, il nostro avvocato ha discusso il nostro caso davanti al presidente della Corte di Chambéry. Che si è pronunciato il 10 ottobre alle 9 in modo favorevole! Ma l’accusa intende impugnare la decisione. Almeno questo è ciò che il nostro avvocato ha lasciato intendere. La decisione sarà ufficiale…

Per sapere il seguito clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *