«

»

MICRONEWS/Curiosità “salate” dall’Himalaya

Si grattugia come il formaggio, ma invece di essere una scaglia di parmigiano, grana o pecorino, è semplicemente sale di montagna, dell’Himalaya in particolare.

Ecco quindi cristalli fossilizzati di sale marino, che si sono formati più di 260 milioni di anni fa nelle miniere di Kewra, nella regione pakistana del Kashmir. Nel 350 a.C. Alessandro Magno fu il primo ad importare il sale in Europa. All’epoca veniva riservato solamente agli imperatori e ad importanti figure religiose.

Il salgemma proviene dai depositi sotterranei che si sono formati nel corso dei millenni dopo il ritiro degli oceani. Il cristallo è della qualità Halite e contiene quasi tutti gli elementi oligominerali presenti nel corpo umano. Mentre la sua struttura non cambia, la colorazione varia a seconda del luogo d’estrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *