«

»

Stati Uniti e Israele: è guerra di spionaggio

SOCIETY2105-Israel-BENEDICTENon c’è onore fra i ladri. Quando il mondo ha scoperto che la National Security Agency (NSA) aveva messo sotto controllo il cellulare della cancelliera tedesca Angela Merkel, il comportamento degli americani è stato criticato e considerato indegno di una nazione amica. Oggi, sono i funzionari dei servizi segreti degli Stati Uniti che insorgono – in tutta discrezione e solo dietro le porte chiuse del Campidoglio – contro le operazioni di spionaggio degli  “amici” di Israele.

Secondo diversi rapporti confidenziali relativi ad un disegno di legge volto a  facilitare le condizioni per la concessione di visti ai cittadini israeliani in entrata negli Stati Uniti, le manovre israeliane per rubare i segreti degli Stati Uniti con il pretesto di missioni commerciali e contratti tecnologici di difesa “hanno oltrepassato la linea“.

Lo spionaggio israeliano e statunitense sarebbe senza uguali, hanno dichiarato gli specialisti di contro-spionaggio al Comitato Giudiziario della Camera dei Rappresentanti e della Commissione per gli Affari Esteri. Queste attività vanno ben oltre quelle di altri stretti alleati come Germania, Francia, Regno Unito o Giappone. Nel mese di gennaio, un membro del personale del Congresso ha definito uno dei rapporti  “électrochoc alarmant et même terrifiant “.

[Scopri di più, clicca qui]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *