«

»

Tunisia: l’Assemblea dei rappresentanti del popolo si è insediata

Society-International-Valentina-StellatunL’Assemblea costituente ha lasciato il posto alla Assemblea dei rappresentanti del popolo in Tunisia. I suoi 217 nuovi deputati, eletti alla fine di ottobre per cinque anni, hanno tenuto la loro riunione inaugurale martedì scorso. Una giornata importante, anche se l’elezione del presidente della Camera non è stata ancora decisa. Le discussioni dovrebbero richiedere diversi giorni.

I membri di ogni diversa confessione hanno pregato prima di cantare l’inno nazionale di ieri. Dopo le emozioni, l’attenzione si volge al consenso.
“Molte sfide ci attendono, ma oggi abbiamo fatto una esperienza democratica, quindi dovremo trarne tutte le lezioni,- dice Zied Ladhari – portavoce del partito islamista. Questo spirito di consenso dovrebbe continuare perché si possa andare avanti per cinque anni in questo periodo di transizione”.

I membri dovranno concentrarsi su testi controversi: la legge anti-terrorismo, le riforme economiche, le elezioni comunali. Ma dopo gli ultimi anni di crisi politica Ferhi Noonan, un membro di Afek Tunes, piccolo partito liberale, si augura che i rappresentanti del popolo siano maturi: “Prima, abbiamo avuto scudi e spade. Ci sono stati tre anni durante i quali nessuno ha parlato a nessuno, e poi abbiamo scoperto la gente – ha detto. Ora tutti ci conoscono, e questo faciliterà alcune alleanze”.

Determinati a non mostrare le loro differenze, i partiti attendono i risultati del ballottaggio presidenziale di fine dicembre per iniziare la formazione del futuro governo.

Assente da questo incontro inaugurale, il capo dello Stato. Moncef Marzouki non era stato invitato. Questione di protocollo, dichiarano i leader dell’Assemblea.

(Fonte: Les voix du monde)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *