Egitto: Campus tour all’Università del Cairo

 

I giovani e la loro crescita professionale sono il focus del Campus Tour #EU4YOUth, che si svolgerà il 20 febbraio presso l’Università di Alessandria e il 24 in quella del Cairo. A ideare questo progetto è la delegazione dell’Unione Europea in Egitto insieme a EU Neighbours South project, che hanno lavorato sul tema dell’educazione giovanile per lanciare questa iniziativa nell’ambito della campagna di comunicazione presente in sette Paesi del Medio Oriente.

Leggi ora »

DoveStiamoAndando? A utilizzare tutte le parole del mondo

ROMA – La purezza della lingua, si dice. Ma quando mai. È come per la cucina: siamo tutti mischiati, tutti imparentati, tutti bastardi. Detto questo, infarcire di parole straniere il linguaggio nel quale stai parlando dimostra solamente che non conosci abbastanza per utilizzarlo compiutamente.

Comunque, tolti di mezzo eventuali carenze e probabili provincialismi, il fatto è che le lingue rimangono vive se accettano di contaminarsi con altre e di adeguarsi ai mutamenti sociali. Lo constatiamo con gli idiomi neo latini (italiano francese spagnolo portoghese rumeno), nelle nazioni del bacino mediterraneo, e nei vari Paesi un po’ ovunque.

Leggi ora »

A Cagliari, per favorire il credito nel bacino del Mediterraneo

Come favorire il credito nel bacino del Mediterraneo e sviluppare nuove opportunità economiche e professionali? Se ne discuterà a Cagliari venerdì 31 gennaio alle ore 9.30 durante il kick-off meeting di [email protected] –Med Microfinance Support System for Start-Ups, un progetto destinato a disoccupati, inoccupati – tra i 24 e i 35 anni – e imprese dell’economia sommersa.

Leggi ora »

DoveStiamoAndando? A gustare i sapori del mondo

ROMA – Mai incontrato connazionali che, in viaggio all’estero, cercano un ristorante italiano? E chi, in patria, rifiuta di assaggiare cibi di altri Paesi? C’è qualcosa di più di obiettiva ottusità: la solita, maledetta paura di quel che non si conosce, di quel che è diverso. Si trattasse solamente di gusti e palato, uno/a assaggerebbe, prima di decidere; se poi rifiuta, almeno sa cosa. Deve essere molto fragile, questa identità, se bisogna proteggerla persino dall’essere curiosi. Emergono ataviche ossessioni: Se-mangio-il-tuo-cibo-rischio-di-diventare-come-te, e/o Se accetto il tuo cibo finirò per accettare anche te – invece no, sia mai, non passa lo straniero, appunto.

Leggi ora »

Older posts «