SOCIETY

This section explores what happens in the Mediterranean, with a special focus on youth and labor market. |Sezione che raccoglie approfondimenti di attualità e storie meno note (non sempre negative), dove vengono rappresentati modelli sociali e di welfare da importare o esportare.

DoveStiamoAndando? A trovare il Mediterraneo nel Pakistan

Attaabad lake, Gilgit-Baltistan, Pakistan. Ph. Rizwan Saeed – Unsplash

GINEVRA – E se una radice del Pakistan, anzi più di una, fosse nel Mediterraneo? Nella notte dei tempi, il susseguirsi tumultuoso e complicato di regni dinastie imperi genti comprende popoli di origine mediterranea che intorno al 4000 a. C. irrompono nel Sindh e nel Punjab e vi animano quella civiltà dell’Indo di cui raccontano gli straordinari siti archeologici di Mohenjo-daro e Harappa. Mediterraneo, Grecia e Alessandro Magno lasciano il segno: monete greche sono state di recente trovate nel nord del Paese, reperti di piccole città-Stato ellenistiche costellano la strada che scende dal nord verso Karachi.

Leggi ora »

Un premio a tesi innovative sull’Algeria

Hai fatto una ricerca importante e stai preparando una tesi di laurea sull’Algeria?  Il London School of Economics and Political Science Middle East Centre e la Society for Algerian Studies aprono al secondo round di un premio rivolto agli studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale in scienze sociali e umanistiche presso le università del Regno Unito che hanno fatto una tesi sull’Algeria.

Leggi ora »

Webinar su donne, economia blu e sostenibilità

Ph. Avel Chuklanov – Unsplash

Le donne sono impegnate in molteplici settori dell’economia blu nel Mediterraneo, ma non abbastanza. L’Unione per il Mediterraneo e l’Università EMUNI, con il supporto di GIZ, organizzano un webinar sul tema dell’inclusione delle donne e delle opportunità occupazionali e di sostenibilità nella blue economy. L’evento virtuale si svolgerà mercoledì 22 settembre dalle 9.30 alle 12.30 CET.

Leggi ora »

DoveStiamoAndando? A riscoprire la favola di Cappuccetto Rosso

Ph. Matthew Bennett-Unsplash

ROMA – Noi sappiamo che il sesso dura tutta la vita e che il principale degli organi sessuali è il cervello, quindi avremo sesso finché il cervello funziona. Ma l’idea che la sensualità/sessualità sia legata alla bellezza della gioventù (anzi dell’adolescenza) non è, come generalmente si crede, retaggio diretto di tempi in cui la speranza di vita era molto bassa. In realtà, quell’ideale di bellezza imposto dalla Grecia classica si è rivelato pericoloso al pari di ogni idealizzazione, per il rischio di fossilizzare la sensibilità di ognuno a discapito di quanto prova autenticamente, dentro di sé, Danilo Moncada Zarbo, psicoanalista e sessuologo attivo a Roma e Barcellona (dove è direttore clinico presso Ramon Berenguer el Grand Barcellona) racconta l’eros dei 70/80enni e più.

Leggi ora »

Older posts «