DESIGN/ Belgio, un Paese unito nella creatività

Capita che, dove non arrivano decisioni politiche e istituzionali, sia la cultura a farsi portavoce dell’unità di intenti di una comunità. E’ quello che è avvenuto per la presentazione della creatività belga al Salone del Mobile 2011 di Milano dove i designer del Paese si sono riuniti attorno a una bandiera immaginaria con lo slogan Belgium is design.
Per la prima volta, infatti, le tre regioni di questo Paese – Bruxelles, Vallonia e Fiandre – hanno unito forze e spirito creativo abbattendo quelle barriere che, ancora oggi, le divide. A fare da cornice a questa dichiarazione di collaborazione interregionale è stato il loggiato della Pinacoteca di Brera, sede di un patrimonio artistico antico e prezioso che, anch’essa per la prima volta, ha aperto i propri spazi al design.

A contrasto con la preziosa collezione di arte antica, i progetti realizzati per 101% design e la raccolta di prodotti, prototipi e edizioni limitate realizzate da giovani talenti della luce all’insegna della leggerezza.
Le proposte del creativi belgi riscoprono il funzionalismo e la semplicità degli oggetti che devono rispondere al bisogno e alla necessità prima ancora che al piacere per l’originalità, la bellezza e il decoro fini a se stessi.

Sono lo specchio dei nostri tempi, difficili, che portano a ripensare ambienti domestici caldi e accoglienti, arredati con oggetti essenziali e funzionali dalle tinte e i materiali naturali dimenticando tutto ciò che non ha utilità.

Share this article

About the author

Leave a comment

1 Comment

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    You may also like

    Read in your language

    Listen to our podcast

    Reserved area

    Columns

    Write For Us

    Job and Future

    Not Only Med

    Archive

    Revolutions

    Med Youth Forum

    Receive our news

    Search

    Previous months

    Archives
    Edit Template

    Partnership

    Follow Us

    Cc.logo.white
    All rights reserved © Focusméditerranée | registered at the Court of Milan, Italy (n.182 on 31/3/2011) | Privacy policy