MIGRATION

This is a section dedicated to migrants of North Africa - particularly graduated universities students - who decide to leave their own countries in order to build a new life and a new project of business in Europe. Some of them live now in Italy, some in France, some in other European countries. Through articles, photos and videos, they talk about their experiences and offer to readers different perspectives. Are you migrants or do you work for this field? Write to [email protected] ([email protected]) and tell us your stories, your requests or your suggestions. We will publish them in the section MED FORUM. | La parola passa agli stranieri del Nord Africa - giovani studenti universitari in particolare - che decidono di lasciare il loro Paese di origine e raggiungere l'altra sponda. Attraverso articoli, foto e video, raccontano il loro punto di vista e le loro esperienze, necessarie a proporre nuove soluzioni per migliorare le difficoltà nel processo di integrazione. Vicende personali "positive", di chi ce l’ha fatta, ma anche "meno positive", di chi è costretto a scontrarsi quotidianamente con ciò che in Europa manca ancora, sia a livello legislativo, sia sociale. Siete migranti o lavorate per questo settore? Scrivi a [email protected] e raccontateci le vostre storie, le vostre richieste o le vostre proposte, che pubblicheremo all'interno della sezione MED FORUM.

MedadaptAwards, lotta al cambiamento climatico

Il Mediterraneo è il più grande mare semichiuso del nostro pianeta, un oceano in miniatura molto vulnerabile ai cambiamenti climatici. Uno studio condotto da University of Reading in collaborazione con il National Research Council of Italy, l’Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima (CNR-ISAC, Bologna) e l’Imperial College London rivela un’importante riduzione delle precipitazioni nell’area generata dall’aumento delle concentrazioni atmosferiche dei gas serra. Inoltre, l’incremento della temperatura media dell’acqua è una minaccia per molte specie animali e per la flora marina. Riflettere su nuovi modelli comportamentali da adottare è indispensabile per evitare il progressivo deterioramento dell’attuale situazione e preservare il Mediterraneo e l’intero pianeta.

Mediterranean climate change adaptation Awards” è un concorso rivolto al settore pubblico e privato (autorità locali, università, ONG, aziende …) contro i cambiamenti climatici nel Mediterraneo.

Leggi ora »

Study opportunities for young refugees

Chiamiamoli sogni, speranze, progetti o, semplicemente, opportunità. I giovani rifugiati possono avere nuove opportunità di studio anche in tempi di Covid-19. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha ideato una piattaforma online dedicata, un invito a cambiare rotta e scegliere nuovi orizzonti.

Leggi ora »

YMV Malta Leadership Seminar: diventa leader del Mediterraneo

Vuoi diventare  un giovane leader della regione euro-mediterranea?
Se sei interessato alle relazioni tra l’Unione europea e il Mediterraneo e hai tra i 18 e i 30 anni, puoi partecipare al seminario “YMV Malta Leadership Seminar”, che si svolgerà virtualmente dal 25 al 29 gennaio 2021.

Leggi ora »

Shade Med e le sfide per la cooperazione nel Mediterraneo

Naqoura. Missione Unifil. Ph. Silvia Dogliani

Roma dedica l’ultima settimana di novembre interamente al Mediterraneo.
Il 25, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha aperto la conferenza Med 2020 Mediterranean Dialogues, esprimendo la sua preoccupazione per la fragilità che l’area geopolitica del Mediterraneo sta mostrando. Secondo Di Maio “Il contributo italiano è indispensabile per mettere ordine nelle molteplici contese” presenti nella regione.
Il 26, l’Ammiraglio Fabio Agostini, che guida l’operazione navale EUNAVFOR MED IRINI con dispiegamento di assetti navali ed aerei europei nel Mediterraneo, ha lanciato la conferenza SHADE MED (Shared awareness and deconfliction in the Mediterranean), due giorni di incontri e riflessioni sulle sfide per la cooperazione nel Mare Nostrum dopo la pandemia globale. Ne esce un quadro chiaro, un punto di partenza per coordinare e convogliare tutte le forze europee verso un unico obiettivo: la stabilità e la sicurezza nel Mediterraneo.

Leggi ora »

Older posts «