MIGRATION

This is a section dedicated to migrants of North Africa - particularly graduated universities students - who decide to leave their own countries in order to build a new life and a new project of business in Europe. Some of them live now in Italy, some in France, some in other European countries. Through articles, photos and videos, they talk about their experiences and offer to readers different perspectives. Are you migrants or do you work for this field? Write to [email protected] ([email protected]) and tell us your stories, your requests or your suggestions. We will publish them in the section MED FORUM. | La parola passa agli stranieri del Nord Africa - giovani studenti universitari in particolare - che decidono di lasciare il loro Paese di origine e raggiungere l'altra sponda. Attraverso articoli, foto e video, raccontano il loro punto di vista e le loro esperienze, necessarie a proporre nuove soluzioni per migliorare le difficoltà nel processo di integrazione. Vicende personali "positive", di chi ce l’ha fatta, ma anche "meno positive", di chi è costretto a scontrarsi quotidianamente con ciò che in Europa manca ancora, sia a livello legislativo, sia sociale. Siete migranti o lavorate per questo settore? Scrivi a [email protected] e raccontateci le vostre storie, le vostre richieste o le vostre proposte, che pubblicheremo all'interno della sezione MED FORUM.

Malta, laboratorio di pace

Charlie e il suo cane davanti alla cappella St. Nicholas, Zeitun. Ph. Silvia Dogliani

St. Paul’s Bay – Ogni mattina Charlie, così lo chiamano tutti da queste parti, raggiunge la cappella St. Nicholas di Zeitun con il suo inseparabile cane. Si siede sul muretto di pietra a prendere il sole mentre osserva le auto svoltare verso Marsaxlokk (Marsa Scirocco), il villaggio di pescatori conosciuto per il mercato della domenica.
È felice quando riesce ad intercettare un forestiero di passaggio e scambiare due chiacchiere.
Tra i tanti visitatori è arrivato di recente a Malta anche Papa Francesco per parlare di accoglienza. Il Pontefice ha definito questa terra un laboratorio di pace e un luogo-chiave per la sua posizione tra Europa e Africa, dove si incrociano popoli e culture, e per il fenomeno migratorio. Leggi ora »

LIBRI/ La Sicilia in Tunisia. Le “Terres Promises” di Alfonso Campisi

Dalla seconda metà dell’Ottocento fino agli anni ’40 del Novecento, intere famiglie siciliane andarono a stabilirsi in Tunisia. La maggior parte di loro proveniva dalla Sicilia occidentale, e in particolare dal palermitano, dal trapanese e dalle isole Egadi.

Questa storia di emigrazione anomala -nord/sud o sud/sud – è abilmente raccontata nel romanzo Terres Promises di Alfonso Campisi (Ed. Arabesques, 2020). A presentarlo a Roma in occasione delle Giornate romane della Francofonia è l’Ambasciata di Tunisia in collaborazione con il Centre Saint-Louis des Français. Insieme all’autore, la giornalista e scrittrice Ilaria Guidantoni, che ha moderato l’incontro.

Leggi ora »

PUNTI DI VISTA/Migrazioni, lavoro e criminalità in Italia

Non so nulla di economia, e pure in matematica non ero un gran che alle superiori. Però non sono cieco. Faccio l’arabista e l’islamologo da 40 anni. Un po’ per vocazione, un po’ per i casi della vita, ho finito per seguire passo passo le vicende di alcuni immigrati arabi (anche cristiani) nella loro Odissea nel Bel Paese.

Ph. Sebastien Goldberg – Unsplash

Vorrei renderne conto qui, per offrire una documentazione certamente parziale, ma a suo modo significativa di quel che siamo, come sistema, come Stato e come società.

Leggi ora »

MOSTRE/ Corpus Domini: il corpo e la sua sparizione

Antony Gormley Creta / Clay, 40.5 x 77.5 x 91.2 cm (14 elementi / elements). Galleria Continua Ph. Stephen White & Co.

A un anno dalla sua scomparsa, Milano rende omaggio a Lea Vergine, critica d’arte e figura fondamentale per la storia del rapporto tra arte e corpo. Corpus Domini. Dal corpo glorioso alle rovine dell’anima è la grande mostra collettiva a lei dedicata, curata da Francesca Alfano Miglietti e ospitata nelle sale di Palazzo Reale.

Leggi ora »

Older posts «