Silvia Dogliani

Dettagli sull'autore

Nome: Silvia Dogliani
Data di registrazione: 2 novembre 2010
URL: https://www.silviadogliani.com

Biografia

Giornalista e fotografa. Appassionata di viaggi, Medio Oriente e mondo arabo. Oggi vive tra Milano e Singapore, domani chi lo sa. Ha ideato il progetto FocusMéditerranée, per il quale ha curato la rubrica "Le Bistrot parisien" e scrive di attualità e immigrazione.

Ultimi articoli

  1. Hebron, la città della Cisgiordania divisa e abbandonata — 7 febbraio 2019
  2. Lalla Essaydi e le Femmes du Maroc — 17 gennaio 2019
  3. Apatridas, gli Invisibili in mostra a Madrid — 22 novembre 2018
  4. Singapore Affordable Art Fair, l’arte a prezzi accessibili — 15 novembre 2018
  5. Mediterraneo: in viaggio verso l’Europa — 5 luglio 2018

Articoli più commentati

  1. Al-Qaeda dopo Bin Laden/ Il culto del martirio — 8 comments
  2. EGITTO/”Linea diretta con il Cairo”: acqua e zucchero per Hassan e ad Imbaba la gente muore di fame — 7 comments
  3. “Ritornare. Per ricominciare”, al via la campagna per affrontare le emergenze migrazioni — 5 comments
  4. Egitto, vento di incertezze — 5 comments
  5. REPORTAGE/West Bank: il pianto di Mona e gli scontri a Silwan — 4 comments

Lista post dell'Autore

Hebron, la città della Cisgiordania divisa e abbandonata

Hebron, West Bank. Ph. Silvia Dogliani

Hebron è la seconda città più antica della Palestina dopo Gerico. Oggi fa parte della Cisgiordania (West Bank) ed è popolata da oltre 200mila palestinesi e 600 coloni israeliani protetti dall’esercito che ha assediato la città. E’ qui che, nel febbraio di 25 anni fa, un medico israeliano di nome Baruch Goldstein ha sparato nella moschea di Abramo (Grotta dei Patriarchi per gli ebrei) contro i fedeli palestinesi in preghiera, uccidendone 29 e ferendone 300. Da allora è stata creata la missione “Temporary International Presence in Hebron” (Tiph), che coinvolge circa sessanta osservatori provenienti da cinque Paesi diversi (Norvegia, Svezia, Italia, Svizzera e Turchia). Il compito della Tiph è quello “monitorare”, senza intervenire, sulle violenze commesse dai coloni o dai palestinesi in una città ad alta tensione, divisa dal 1997 in due settori: H1 sotto il controllo dell’autorità nazionale palestinese, e H2 sotto l’autorità dell’esercito israeliano. La missione viene riconfermata ogni sei mesi.

A fine gennaio di quest’anno, il Primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha deciso di non rinnovare il mandato degli osservatori internazionali della Tiph, sostenendo che tale missione agiva contro Tel Aviv.

Leggi il resto »

Lalla Essaydi e le Femmes du Maroc

Les Femmes du Maroc: La Sultan, 2008. Ph. Lalla Essaydi

Lalla Essaydi è una fotografa che ha sempre opposto resistenza a tutto ciò che, nella cultura contemporanea, sono stereotipi o preconcetti. Nata e cresciuta in Marocco, in una famiglia tradizionale, ha studiato in Occidente e si è trasferita per alcuni anni in Arabia Saudita. Oggi vive tra New York, Boston e Marrakesh.

Leggi il resto »

Apatridas, gli Invisibili in mostra a Madrid

Non è una semplice mostra fotografica dove poter ammirare belle immagini con occhio critico, “Apatridas. El laberinto de los invisibles” (Apolidi, il labirinto degli invisibili)” è un’esposizione dove si può sperimentare la sensazione di invisibilità e di disagio di oltre 10 milioni di uomini, donne e bambini che vagano nel mondo privati della loro identità .

Leggi il resto »

Singapore Affordable Art Fair, l’arte a prezzi accessibili

Dal 16 al 18 novembre si apre a Singapore Affordable Art Fair. Lo dice il nome stesso: una fiera dell’arte a prezzi accessibili, un luogo dove artisti di tutto il mondo – anche meno conosciuti – espongono le loro opere.

Abbiamo attraversato i due percorsi del F1 Pit Building, l’edificio su più livelli conosciuto per ospitare ogni anno la Formula1 e altri eventi importanti.

Da nord, sud, est e ovest, oltre 40 gallerie d’arte hanno portato nella Città del Leone la creatività di numerosi artisti.

Le donne di P. Gnana, pittore e scultore di Singapore nonché rappresentante di se stesso attraverso Gnani Arts, non passano inosservate. Friendship è il titolo di questo ritratto a olio su tela 190×190 in vendita a 15.000 SGD. Sono due amiche sedute in un caffè con gli occhi completamente chiusi. Senza poter guardare chiedono di essere guardate, un gioco astuto e allo stesso tempo ambiguo.

Leggi il resto »

Post precedenti «