Silvia Dogliani

Author's details

Name: Silvia Dogliani
Date registered: 2 November 2010
URL: https://www.silviadogliani.com

Biography

Giornalista e fotografa. Appassionata di viaggi, Medio Oriente e mondo arabo. Oggi vive tra Milano e Singapore, domani chi lo sa. Ha ideato il progetto FocusMéditerranée, per il quale ha curato la rubrica "Le Bistrot parisien" e scrive di attualità e immigrazione.

Latest posts

  1. Shade Med e le sfide per la cooperazione nel Mediterraneo — 27 November 2020
  2. Counter-territories: dalla Libia per ri-disegnare l’invisibile — 12 November 2020
  3. FCAT 2020 e il minimalismo marocchino — 15 October 2020
  4. La cultura in tempi di Covid-19 — 10 September 2020
  5. Venice Film Festival 2020 visto dagli altri — 3 September 2020

Most commented posts

  1. Al-Qaeda dopo Bin Laden/ Il culto del martirio — 8 comments
  2. EGITTO/”Linea diretta con il Cairo”: acqua e zucchero per Hassan e ad Imbaba la gente muore di fame — 7 comments
  3. “Ritornare. Per ricominciare”, al via la campagna per affrontare le emergenze migrazioni — 5 comments
  4. Egitto, vento di incertezze — 5 comments
  5. Il Mediterraneo di fronte al Covid-19 — 5 comments

Author's posts listings

Shade Med e le sfide per la cooperazione nel Mediterraneo

Naqoura. Missione Unifil. Ph. Silvia Dogliani

Roma dedica l’ultima settimana di novembre interamente al Mediterraneo.
Il 25, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha aperto la conferenza Med 2020 Mediterranean Dialogues, esprimendo la sua preoccupazione per la fragilità che l’area geopolitica del Mediterraneo sta mostrando. Secondo Di Maio “Il contributo italiano è indispensabile per mettere ordine nelle molteplici contese” presenti nella regione.
Il 26, l’Ammiraglio Fabio Agostini, che guida l’operazione navale EUNAVFOR MED IRINI con dispiegamento di assetti navali ed aerei europei nel Mediterraneo, ha lanciato la conferenza SHADE MED (Shared awareness and deconfliction in the Mediterranean), due giorni di incontri e riflessioni sulle sfide per la cooperazione nel Mare Nostrum dopo la pandemia globale. Ne esce un quadro chiaro, un punto di partenza per coordinare e convogliare tutte le forze europee verso un unico obiettivo: la stabilità e la sicurezza nel Mediterraneo.

Leggi ora »

Counter-territories: dalla Libia per ri-disegnare l’invisibile

Cairo, Egypt. Ph. Silvia Dogliani

Guerre, epidemie, disastri naturali continuano a minacciare il nostro territorio. Finora, l’uomo ha saputo trovare delle soluzioni (positive o negative) e riadattarsi all’ambiente che lo circonda attraverso nuovi modelli di sopravvivenza. Il ruolo di un architetto – che oggi è artista, analista sociale e antropologo allo stesso tempo – in uno spazio mutevole con confini geografici e civili in continuo cambiamento diventa cruciale.

Dalla Libia viene lanciata una competizione internazionale per chiedere agli artisti del mondo intero di ri-disegnare gli spazi urbani facendo attenzione a tutto, anche ai fenomeni “invisibili”.

Leggi ora »

FCAT 2020 e il minimalismo marocchino

Minimalismo, geometrie, colori e la bellezza del Marocco in questa immagine pulita dell’architetto ed interior designer Omar Kdouri. Questa fotografia, della serie “Moroccan Minimalism“, è stata selezionata per lanciare la 17esima edizione di FCAT 2020, il Festival del cinema africano di Tarifa-Tangeri in programma dal 4 al 13 dicembre.

Il sogno si fonde nella vita reale e la tradizione emerge nella quotidianità contemporanea di un Paese che è fonte di grande ispirazione per l’artista. Un omaggio alle fontane marocchine, in particolare a quelle di Fez, con lo zellige, le decorazioni di mosaici geometrici.

Tra le fotografie della serie “Moroccan Minimalism” predomina il blu, il colore del Mar Mediterraneo e dell’Oceano Atlantico, l’acqua che bagna e unisce due continenti.

Leggi ora »

La cultura in tempi di Covid-19

Vuole riemergere, in tutte le sue forme, ma in tempi di Covid-19, la cultura deve attendere ancora. Durante l’estate, in un clima vacanziero ormai alle porte, abbiamo dimenticato i problemi e le inquietudini. Ma il fantasma del coronavirus è ancora tra noi e poche sono oggi le certezze, anche in ambito artistico.

Leggi ora »

Older posts «