Paola Martino

Dettagli sull'autore

Nome: Paola Martino
Data di registrazione: 29 ottobre 2011

Biografia

Giornalista. Appassionata di lingua araba e di arte. Per Independnews scrive per la sezione CULTURE. Si è diplomata in “Lingua e cultura Araba” all’Ismeo di Milano. Ha lavorato come giornalista radiofonica e ora si occupa dell’ufficio stampa di alcuni artisti.

Ultimi articoli

  1. LIBRI / Odio online: Razzismi 2.0, l’analisi di Stefano Pasta — 31 gennaio 2019
  2. LIBRI/ ‘Un vulcano chiamato Siria’. Intervista all’autore Abdullah Alhallak — 13 dicembre 2018
  3. La Musica dei Cieli. Voci e musiche dal mondo — 29 novembre 2018
  4. Milano: al CivicoZero il viaggio di Agor e le storie di piccoli viaggiatori — 2 agosto 2018
  5. Omosessualità ed Islam: Allah Loves Equality, il libro di Wajahat Abbas Kazmi — 26 luglio 2018

Articoli più commentati

  1. Tunisi, Ilaria Guidantoni e il suo “taxi di sola andata” — 3 comments
  2. EGITTO/ Elisa Pierandrei e la sua “Primavera araba” dei graffiti — 3 comments
  3. Conoscere prima di giudicare: “Il Corano, libro di pace” di Massimo Jevolella — 2 comments
  4. Il mare clandestino di Ico Gasparri — 2 comments
  5. A Pontedera dialoghi di popoli e culture — 2 comments

Lista post dell'Autore

LIBRI / Odio online: Razzismi 2.0, l’analisi di Stefano Pasta

Razzismi 2.0 è l’analisi di Stefano Pasta – giornalista e dottore di ricerca in Pedagogia – sull’odio sempre più presente sui social network. Il libro delinea l’evoluzione dei razzismi, analizza le caratteristiche dell’ambiente digitale che ne facilitano la propagazione e presenta proposte per suscitare anticorpi e attivismo digitale. Abbiamo incontrato l’autore a Milano, in occasione della presentazione del volume.

Nel suo libro si legge che “i ‘razzismi’, in questo momento storico, si presentano come semplificazioni interpretative di un mondo complesso”. Cosa significa esattamente?

Leggi il resto »

LIBRI/ ‘Un vulcano chiamato Siria’. Intervista all’autore Abdullah Alhallak

Un vulcano chiamato Siria” è una panoramica sulla Siria di oggi e di ieri. Abdullah Alhallak, giornalista siriano e autore del volume, s’interroga sul futuro del proprio Paese e pone l’accento sull’importanza della democrazia per garantire una pace stabile e duratura. Lo abbiamo incontrato in occasione dell’uscita del libro.

Come era la Siria prima della “Primavera araba”?
Dopo la salita al potere di Bashar al-Assad, a luglio del 2000, tutti si aspettavano una trasformazione. Gli appelli e le richieste per il cambiamento democratico e il pluralismo politico cominciavano a levarsi sempre più forte all’interno del Paese. Bashar al-Assad promise che avrebbe varato delle riforme. Il 27 settembre 2000 gli intellettuali siriani pubblicarono il “Manifesto dei 99“, inaugurando la “Primavera di Damasco”. Il 9 agosto 2001 cominciarono, però, le retate di arresti contro gli attivisti e gli intellettuali della Primavera.

Bashar al-Assad era quindi determinato a mantenere il suo potere?

Leggi il resto »

Milano: al CivicoZero il viaggio di Agor e le storie di piccoli viaggiatori

Casa è dove senti il calore delle persone che ti vogliono bene” (M. 14 anni). “Ho disegnato la periferia della mia città in Albania, ci sono delle case, degli alberi e degli uccelli che volano; sono tutti quei ragazzi che come me sognano di partire e farsi un futuro, spiccano il volo e si allontanano dalla periferia per andare nella grande città” (R. 17 anni).
Al CivicoZero di Milano (Save the Children) si è inaugurata la mostra “il Viaggio di Agor” – parte dell’evento “Vedo una città e dei viaggiatori” – che ha coinvolto 69 ragazzi provenienti da 23 Paesi diversi per mettere a fuoco alcuni aspetti dell’adolescenza in relazione al tema del viaggio e dell’abitare.

Leggi il resto »

Post precedenti «