Paola Martino

Author's details

Name: Paola Martino
Date registered: 29 October 2011

Biography

Giornalista. Appassionata di lingua araba e di arte. Per Independnews scrive per la sezione CULTURE. Si è diplomata in “Lingua e cultura Araba” all’Ismeo di Milano. Ha lavorato come giornalista radiofonica e ora si occupa dell’ufficio stampa di alcuni artisti.

Latest posts

  1. I Am The Revolution, documentario di Benedetta Argentieri — 14 March 2019
  2. LIBRI/ ‘Un vulcano chiamato Siria’. Intervista all’autore Abdullah Alhallak — 13 December 2018
  3. La Musica dei Cieli. Voci e musiche dal mondo — 29 November 2018
  4. Milano: al CivicoZero il viaggio di Agor e le storie di piccoli viaggiatori — 2 August 2018
  5. Omosessualità ed Islam: Allah Loves Equality, il libro di Wajahat Abbas Kazmi — 26 July 2018

Most commented posts

  1. Tunisi, Ilaria Guidantoni e il suo “taxi di sola andata” — 3 comments
  2. EGITTO/ Elisa Pierandrei e la sua “Primavera araba” dei graffiti — 3 comments
  3. Conoscere prima di giudicare: “Il Corano, libro di pace” di Massimo Jevolella — 2 comments
  4. Il mare clandestino di Ico Gasparri — 2 comments
  5. A Pontedera dialoghi di popoli e culture — 2 comments

Author's posts listings

I Am The Revolution, documentario di Benedetta Argentieri



Le guerre che si protraggono in Afghanistan, Iraq e Siria colpiscono senza pietà la popolazione civile. Violenze, privazioni, fondamentalismo e negazione di qualsiasi diritto altrui condannano alla scomparsa minoranze etniche. In questo immutabile scenario esistono vite ed esperienze che resistono per accendere una scintilla. I Am The Revolution è il documentario coraggioso della giornalista indipendente e regista Benedetta Argentieri che racconta di queste scintille attraverso la storia di tre donne e delle loro comunità. Il documentario è proiettato nei cinema di tutta Italia attraverso la piattaforma web Movieday, che promuove film indipendenti. Abbiamo incontrato la regista prima della proiezione.

Leggi ora »

LIBRI/ ‘Un vulcano chiamato Siria’. Intervista all’autore Abdullah Alhallak

Un vulcano chiamato Siria” è una panoramica sulla Siria di oggi e di ieri. Abdullah Alhallak, giornalista siriano e autore del volume, s’interroga sul futuro del proprio Paese e pone l’accento sull’importanza della democrazia per garantire una pace stabile e duratura. Lo abbiamo incontrato in occasione dell’uscita del libro.

Come era la Siria prima della “Primavera araba”?
Dopo la salita al potere di Bashar al-Assad, a luglio del 2000, tutti si aspettavano una trasformazione. Gli appelli e le richieste per il cambiamento democratico e il pluralismo politico cominciavano a levarsi sempre più forte all’interno del Paese. Bashar al-Assad promise che avrebbe varato delle riforme. Il 27 settembre 2000 gli intellettuali siriani pubblicarono il “Manifesto dei 99“, inaugurando la “Primavera di Damasco”. Il 9 agosto 2001 cominciarono, però, le retate di arresti contro gli attivisti e gli intellettuali della Primavera.

Bashar al-Assad era quindi determinato a mantenere il suo potere?

Leggi ora »

Milano: al CivicoZero il viaggio di Agor e le storie di piccoli viaggiatori

Casa è dove senti il calore delle persone che ti vogliono bene” (M. 14 anni). “Ho disegnato la periferia della mia città in Albania, ci sono delle case, degli alberi e degli uccelli che volano; sono tutti quei ragazzi che come me sognano di partire e farsi un futuro, spiccano il volo e si allontanano dalla periferia per andare nella grande città” (R. 17 anni).
Al CivicoZero di Milano (Save the Children) si è inaugurata la mostra “il Viaggio di Agor” – parte dell’evento “Vedo una città e dei viaggiatori” – che ha coinvolto 69 ragazzi provenienti da 23 Paesi diversi per mettere a fuoco alcuni aspetti dell’adolescenza in relazione al tema del viaggio e dell’abitare.

Leggi ora »

Older posts «