Angelo Redaelli

Author's details

Name: Angelo Redaelli
Date registered: 2 November 2010

Biography

Fotografo di eventi teatrali. Guai a togliergli il teatro, la danza e la fotografia (quella pura e autentica però). Ha collaborato alla realizzazione di Independnews e ha curato, insieme a Valentina Pensato, la rubrica "In scena e fuori scena", all’interno della sezione CULTURE.

Latest posts

  1. TEATRO/Kataklò. “Puzzle”, eleganza e tecnica tutta italiana — 29 January 2015
  2. Catapult. Magic shadows — 8 January 2015
  3. Milano, Teatro Smeraldo addio — 19 July 2012
  4. Pensando a San Valentino — 14 February 2012
  5. PHOTONEWS/ Machu Picchu, un patrimonio da proteggere — 31 August 2011

Most commented posts

  1. Torna Luciana Savignano con “Ukiyo – Il Fluire di una stella” — 1 comment

Author's posts listings

TEATRO/Kataklò. “Puzzle”, eleganza e tecnica tutta italiana

CULTURE-PHOTOS

1_kataklò_640

Puzzle, Kataklo’. Ph. Angelo Redaelli

Quando l’eleganza si coniuga con la tecnica, l’agilità, l’atletismo e la sensualità. “Puzzle”, ideata e diretta da Giulia Staccioli, è una composizione corale e poliedrica, realizzata attraverso l’accostamento di coreografie storiche e ideazioni dei danzatori. “Puzzle” ha partecipato anche al Festival Internazionale della Musica di Ankara, in Turchia.

GUARDA LA PHOTOGALLERY di Angelo Redaelli e le prossime date in Italia.

Leggi ora »

Catapult. Magic shadows

CULTURE1_catapult_640Catapult” nasce dal genio creativo di Adam Battlestein : giochi di luci e ombre. E così nel buio ecco apparire, come per magia, fiori, castelli, elicotteri, cammelli, un mondo fatato in cui gioia, entusiasmo e sorpresa sono assicurati per bambini e adulti. GUARDA LA PHOTO GALLERY di Angelo Redaelli

Leggi ora »

Milano, Teatro Smeraldo addio

foto di Angelo Redaelli
[flagallery gid=86 name=Gallery]

Il sipario chiude e, insieme ad esso, anche la cultura scompare nel buio in un attimo. Il 30 giugno scorso a Milano l’addio definitivo allo storico Teatro Smeraldo: poltrone accatastate, scatoloni di cartone pronti per essere riempiti, sguardi persi nel vuoto e tante persone rimaste senza lavoro e senza speranza. Restano vivi solo i ricordi di quello che è stato questo spazio colmo di energie creative.

 

Pensando a San Valentino

Ph. Angelo Redaelli

 

Older posts «