«

»

“La nuova scuola di fotografia siciliana”, due generazioni di fotografi a confronto

La nuova scuola siciliana di fotografia è una mostra che prende allo stomaco e al cuore per la crudezza – e allo stesso tempo la poesia – delle immagini di due generazioni di fotografi messe a confronto.

Ciò che colpisce maggiormente è la “luce”, filo conduttore dell’esposizione, proposta a Milano al Palazzo delle Stelline su iniziativa della Fondazione Gruppo Credito Valtellinese.

 LA MIA VERITÀ – Guardando queste foto ho sentito il grido di una Sicilia lacerata dalla mafia, ma ho percepito anche la sua umanità. La luce di queste opere è straordinaria. E voi, cosa ne pensate?

La “Scuola” fa riferimento alle figure di tre artisti siciliani – Carmelo Bongiorno, Carmelo Nicosia, Sandro Scalia – appartenenti alla generazione di autori nati in Sicilia fra il 1950 e il 1960. Al loro lavoro – che si muove non più nell’ambito del giornalismo e dell’editoria, ma nel sistema dell’arte contemporanea – si contrappone quello di alcuni grandi maestri della fotografia italiana: Letizia Battaglia, Nicola Scafidi, Ferdinando Scianna ed Enzo Sellerio. La stretta selezione delle opere di questi fotografi si propone quale premessa per l’individuazione dei nuovi orientamenti della “scrittura di luce” in Sicilia.

Battaglia e la cronaca delle “ammazzatine” di mafia degli anni Settanta e Ottanta, portate a dialogare, nei lavori degli ultimi anni, con le forme del nudo femminile in un foto-collage spaesante. Scafidi sceglie di esprimesi attraverso le mani del figlio Pucci, che ha curato la ristampa di un documentario sui set cinematografici a Palermo nell’immediato dopoguerra, con l’inevitabile corollario di mondanità in contrasto con un mondo arcaico e ancora saldamente agricolo, sovrastato dall’immagine di Salvatore Giuliano (vivo e poi morto ammazzato). Poi il grande Scianna, che documenta le  feste religiose degli anni Sessanta nei feudi dell’interno: riti contadini ed immagini di una incrollabile devozione. Infine,  il contributo di Enzo Sellerio, che propone uno sguardo internazionale ai paesaggi e volti siciliani.

Info: La nuova scuola siciliana di fotografia a Milano presso il Palazzo delle Stelline  (Galleria Gruppo Credito Valtellinese) in Corso Magenta 59. Aperta fino all’ 8 gennaio 2012 da martedì a domenica dalle 12.00 alle 19.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *