STOP TIME, Lindsay Kemp è ancora tra noi

lindsay kemp - milano 1986_640Era il 6 marzo del 1979, quando l’artista, danzatore, mimo, coreografo, pittore, trasformista e costumista britannico Lindsay Kemp arrivò a Milano e debuttò al Teatro Manzoni con Flowers, il primo storico spettacolo della Lindsay Kemp Company in Italia. Era l’inizio di una straordinaria storia d’amore tra Kemp, Milano e il Bel Paese.

Sono trascorsi ormai molti anni da allora, Lindsay Kemp non è più tra noi, ma resta ancora nei cuori di molti appassionati dello spettacolo e del teatro. E resta sicuramente nella memoria di un fotografo, Angelo Redaelli, che lo ha conosciuto e ritratto per 25 anni, realizzando oggi il libro STOP TIME (Anthelios Edizioni) in collaborazione con l’attore e regista irlandese David Haughton, braccio destro di Kemp.

houghton-kemp - duende 1982-Ph. Angelo RedaelliI testi e le riflessioni poetiche di Haughton unite alle immagini di Redaelli, scattate non solo in scena ma anche a casa dell’artista nella sua intimità, evocano la vera personalità di Lindsay Kemp.

È stato un maestro del cantante David Bowie, che nel 1972 lo volle come coreografo nel suo tour mondiale Ziggy Stardust Show. La collaborazione tra i due artisti fu intensa e durò a lungo. Quando parlava di lui, Bowie diceva di non aver mai visto nulla di “così teatrale come la vita di Lindsay Kemp”.

51 teatro nazionale 1983-lindsay kemp -Ph. Angelo RedaelliÈ nato con il ballo di San Vito (corea), una malattia che attacca il sistema nervoso e induce a un movimento convulso delle membra (San Vito è il protettore dei danzatori). Le sue mani erano poco elastiche, ma ha imparato ad usarle correttamente dal mimo francese Marcel Marceau. La danza e la passione per il teatro lo hanno guarito dalla malattia. Eccentrico e provocatorio, Lindsay ha reinventato l’arte del mimo e coronato successi che lo hanno portato in giro per il mondo, fino a scegliere di trasferirsi in Italia, prima a Todi e poi a Livorno, dove è morto nel 2018 all’età di ottant’anni.

Il titolo STOP TIME si riferisce sia al trance generato da Kemp sul palcoscenico, sia alla qualità delle straordinarie fotografie che raccontano la vita di un insolito genio.

Info: per acquistare il libro STOP TIME clicca qui

lindsay kemp libro-copertina_640

Share this article

About the author

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may also like

Read in your language

Listen to our podcast

Reserved area

Columns

Write For Us

Job and Future

Not Only Med

Archive

Revolutions

Med Youth Forum

Receive our news

Search

Previous months

Archives
Edit Template

Partnership

Follow Us

Cc.logo.white
All rights reserved © Focusméditerranée | registered at the Court of Milan, Italy (n.182 on 31/3/2011) | Privacy policy