«

»

Come fiume che scorre, un viaggio tra realtà e immaginazione

Orissi dance back stage, India. Ph. Angelo-Redaelli

Orissi dance back stage, India. Ph. Angelo-Redaelli

Come fiume che scorre” è un viaggio tra i colori, la musica, la danza e, soprattutto, le emozioni. Sabato 22 dicembre si aprirà a Milano la mostra fotografica di Angelo Redaelli: una sequenza di immagini dell’India, scattate nel corso di trent’anni di viaggi nelle varie regioni.

Il risultato è il ritratto di un Paese vero e autentico, i cui protagonisti sono donne, uomini, bambini e la loro singolare gestualità. In India la tradizione e la cultura antica fanno parte del quotidiano, non solo a teatro o su un palcoscenico, ma anche dentro e fuori le mura di casa. I gesti sono spesso mescolati alla devozione, alle necessità, al forte legame che comunque unisce tutti indistintamente, come un filo sottile e invisibile, senza tempo. Le immagini riproducono luoghi e persone, ma anche impeti e sguardi di danzatori e attori sulla scena, densi di un sentire profondo che spazia nell’arte.

L’evento, organizzato da Anabasi arteinmovimento, contribuisce a sostenere Neo Humanistic Relief Onlus, che si occupa di progetti in aiuto a bambini in Nepal e India.

Info: Come fiume che scorre, venerdì 21 dicembre dalle 18.30 alle 21.00 anteprima della proiezione.
Sabato 22 dicembre alle ore 20,30: mostra fotografica con proiezione, musica, danza e buffet. Ingresso con prenotazione e contributo: Anabasi, Via Casale 3/A MILANO (P.ta Genova). Tel. 0249435121-3398489670; e-mail: [email protected]

Lascia un commento