DoveStiamoAndando? A cercare di ricuperare il significato delle parole

Andrea Cariglia. Ph. Emanuele Satolli

Andrea Cariglia. Ph. Emanuele Satolli

ISTANBUL – Fascinazione è questa peculiare dimensione dello spazio e del tempo, affiancata da una obiettivamente non comune cortesia umana: ti accompagnerà in pratica a destinazione il passante che parlando solamente turco non può spiegarti la strada; sei in Asia o in Europa? è domanda abituale fissando qualsiasi appuntamento; e sulla costa asiatica a Kadikoy (l’antica Calcedonia) si incrociano con naturalezza millenari echi greci, bizantini, romani, ottomani.
Sorto in pieno centro nel 2015, Kadikoy Theathron ospita compagnie di prosa e gruppi, amatoriali o di professionisti, che propongono recite, prove, workshop, tavole rotonde, conferenze, proiezioni. Sala spettacoli con 1200 posti a sedere, due spazi per prove e messe in scena sperimentali, biblioteca e sala di lettura, foyer (circa 500 mq in totale). Pubblico molto variegato per età, stile di vita, cultura; parecchi intellettuali e artisti, giovani e non, turchi e non, europei e non.

Leggi il resto »

Novembre di incontri: cinema, libri, dibattiti e mostre

Dall’8 ad 18 novembre si inaugura a Barcellona Mostrarab, la mostra del cinema arabo. Tra i film proposti “La battaglia di Algeri” di Gillo Pontecorvo, uno scorcio sulla resistenza algerina all’occupazione coloniale francese, e “La terra Alessandria, perché?” di Youssef Chahine, la prima parte di una trilogia autobiografica ambientata nel periodo tra le due guerre ad Alessandria, dove il regista trascorse la sua giovinezza.

Leggi il resto »

The Next Society to launch your Mediterranean start-up

Do you have an innovative Mediterranean start-up to launch?
“THE NEXT SOCIETY Start-up Booster Track” has a new program that offers tailor-made support to help you become “international” and raise funds.

Leggi il resto »

DoveStiamoAndando? Nel mondo, per cercare libertà su un tappeto volante

ISTANBUL – Il meraviglioso labirinto si estende su 30 ettari, ha 21 porte, 64 strade, un numero indefinito di vicoli, porticati, antri, cortili, case, ristoranti, caffè,  uffici-cambio, 16 caravanserragli degli antichi mercanti di Anatolia, 4mila negozi e botteghe sovente su due livelli, 100 tonnellate di oro commerciate ogni anno, 2 moschee, 4 fontane, 2 hammam, un ufficio postale, un’infermeria, un buon numero di bagni pubblici (molto puliti). Completato con il Sultano Maometto ll intorno al 1461, costruzioni in legno via via sostituito dalla pietra causa i frequenti incendi, interamente coperto, ristrutturato a fine ‘800 dopo un terremoto, il meraviglioso labirinto fu centro massimo per scambi commerciali  fra i tre continenti sui quali si estendeva l’Impero Ottomano, luogo prediletto per passeggiate della famiglia reale, fonte di ispirazione per autori quali Edmondo De Amicis e Théophile Gautier. Oggi, i visitatori quotidiani sono fra i 200 e i 400mila.

Leggi il resto »

Post precedenti «

» Post successivi